Tempo fa Siddharta comprese che Nam myoho renghe kyo è la Legge della vita e dell'universo, la pulsante e misteriosa energia che è alla base di tutti i fenomeni, il suono che fa vibrare la corda nascosta che è dentro di noi! Nichiren Daishonin la diffuse a tutti.

La chiave

  • Posted: 9/13/2007 09:01:00 AM
  • |
  • Author: Marco

Il nostro contributo all'armonia sociale dipende dall'atteggiamento che nutriamo verso che ci circonda. Ciò significa chiedersi: "Cosa può fare questa persona o questa società per me?". Per questo motivo è fondamentale radicare saldamente dentro di se la condizione vitale di compassione, trasformando la tendenza naturale a farci guidare dall'oscurità fondamentale insita dentro di noi. La compassione non si manifesta mantenendo un atteggiamento da spettatore nei confronti della vita, al contrario sgorga naturalmente da uno stato vitale ricco e pieno di calore umano. Se si viene traditi, l'amore può volgere in odio, mentre una persoan piena di compassione cerca sempre e in ogni caso di salvare il prossimo. L'amore è fortemente caratterizzato dall'egoismo, mentre la compassione si sviluppa fino a raggiungere un livello talmente ampio da abbracciare la vita nella sua globalità.

5 people have left comments

Anonimo

Anonimo said:

c'hai ragione, però quando uno sta male diventa egoista puro, per es. mi è venuta la congiuntivite! che palle! week end in casa! come dice il buon Vasco "egoista sì, perchè non dovrei esserlo? quando ho il mal di stomaco, con chi dovrei condividerlo?" lo stesso dicasi per me. Naturalmente sempre con il sorriso, si fa per ironizzare. ciao Tiziana

Marco Ricciardi said:

Tizi, come ho detto spesso, bisogna vivere questi momenti a testa alta, sapessi quello che sto passando io in questo momento, in confronto la congiuntivite è una nocciolina, via, sorridi e pensa che domani sarà meglio di eri e peggio di dopodomani ;)

Enzo said:

Ciò significa chiedersi: "Cosa può fare questa persona o questa società per me?"

Questa frase non l'ho capita. Contrasta con il resto delle tue riflessioni sulla compassione.
Dovresti chiederti cosa puoi fare tu per gli altri, non cosa possono fare gli altri per te.
E mi sembra anche alquanto egoista.
Ma ti perdono perchè sei mio amico ;-)
Stammi bene

Anonimo

Anonimo said:

Sono d'accordo con ciò che dice Enzo, la vera compassione è chiedersi cosa NOI possiamo fare per gli altri e per la società in cui si vive. Per quanto riguarda l'amore se vissuto con egoismo non è vero amore, il vero sentimento è dare con il cuore, senza limiti, sena paure e senza pretese

marco said:

Mettiamola così, credo che l'uomo abbia bisogno di interfacciare le proprie emozioni con altre persone, le relazioni karmatiche creano vita, emozioni, esperienze, bisogna scontrarsi per capire chi siamo veramente, era semplicemente quello che volevo intendere. Qui si va nel profondo, riguardo all'amore, posso solo dirvi che l'ultima esperienza con una persona che davvero ho voluto bene e che porto sempre nel cuore, mi ha insegnato che davanti alle difficoltà non bisogna scappare o ripararsi sottoterra come gli struzzi ma avere il coraggio di guardarsi negli occhi e affrontare l'amore con tutti i suoi corollari. Stranamente le due frani collimano in un unico pensiero: viviamo, amiamo, cresciamo... ma non odiamo mai, vi prego !